Skip to main content

Porta Ossuna, è uno dei punti di accesso storici al cuore della città di Trapani. Questa porta, situata nel quartiere della Marina, è una delle undici porte che facevano parte della cinta muraria quattrocentesca, testimoniando così l’importanza strategica che Trapani rivestiva nei secoli passati.

La Porta Ossuna, anche conosciuta come Porta Serisso, deve il suo nome al ricco mercante trapanese Felice Serisso, protagonista di una vicenda raccontata tra leggenda e realtà. Secondo la tradizione, Serisso fu tradito dalla moglie con uno schiavo turco, e dopo una serie di eventi tragici, vendicò il suo onore uccidendo entrambi e mostrando la testa mozzata della moglie davanti alla sua casa, vicino alla Porta Ossuna. L’edificio originale di Porta Ossuna è andato perduto nel corso del tempo, ma si possono ammirare i resti conservati presso il Museo Pepoli, compresa la chiave di volta originale con le sue iscrizioni identificative.

Oltre alla sua importanza storica, Porta Ossuna è anche nota per essere stata la porta d’accesso al piccolo cimitero ebraico che si trovava subito al di fuori delle mura della città. Proprio di fronte alla Porta Ossuna, lungo la spiaggia, trovi il suggestivo gruppo marmoreo della Madonna degli Abissi di Umberto Benini. Questo monumento, è dedicato ai pescatori trapanesi morti in mare e rappresenta un toccante omaggio alla vita e al lavoro dei marinai.