Skip to main content

Pantelleria

Cosa vedere a Pantelleria?

Benvenuto nell’incantevole mondo di Pantelleria, gioiello mediterraneo che affascina con la sua bellezza vulcanica e le sue tradizioni autentiche. Quest’isola, situata tra Sicilia e Tunisia, offre un’esperienza unica ai visitatori desiderosi di scoprire panorami mozzafiato, acque cristalline e sapori indimenticabili. Da immergersi nelle rilassanti acque termali di Cala Nikà alle escursioni tra i vigneti di Zibibbo, Pantelleria incanta con la sua varietà di attività. Ti accompagneremo alla scoperta di questa perla nel cuore del Mediterraneo, fornendo consigli, informazioni utili e suggerimenti per vivere al meglio la vostra avventura pantesca. Scopri con noi l’isola dei contrasti, dove storia, natura e ospitalità si fondono per regalarti un’indimenticabile vacanza all’insegna del relax e della scoperta.

Il consiglio tattico:

Indispensabili per andare a Pantelleria:

  • Abbigliamento leggero e comodo
  • Costumi da bagno e protezione solare
  • Scarpe comode per esplorare

Affitta un’auto o uno scooter per muoverti liberamente sull’isola. Le strade panoramiche offrono vedute spettacolari e facilitano il raggiungimento delle attrazioni principali.

Oltre alle spiagge famose, cerca baie nascoste come Cala Gadir e Balata dei Turchi per un’esperienza più intima e autentica di Pantelleria.

Come arrivare a Pantelleria da Trapani

Esplorare Pantelleria da Trapani è un’avventura emozionante con opzioni via mare e aeree. I traghetti, come quelli di Siremar o Liberty Lines, offrono una crociera di circa 6 ore verso Pantelleria, mentre gli aliscafi di Liberty Lines, offrono un’opzione più veloce di 2 ore e 10 minuti. Per chi preferisce il cielo, i voli diretti da Trapani, con compagnie come Dat, durano circa un’ora, offrendo due opzioni giornaliere.

Come arrivare a Pantelleria da Trapani

Esplorare Pantelleria da Trapani è un’avventura emozionante con opzioni via mare e aeree. I traghetti, come quelli di Siremar o Liberty Lines, offrono una crociera di circa 6 ore verso Pantelleria, mentre gli aliscafi di Liberty Lines, offrono un’opzione più veloce di 2 ore e 10 minuti. Per chi preferisce il cielo, i voli diretti da Trapani, con compagnie come Dat, durano circa un’ora, offrendo due opzioni giornaliere.

Un po’ di storia?

Cenni Storici

Pantelleria, situata nel Mar Mediterraneo tra la Sicilia e la Tunisia, vanta una storia ricca e complessa. Abitata sin dall’antichità, l’isola ha visto la presenza di diverse civiltà, tra cui Fenici, Romani, Vandali, Bizantini, Arabi e Normanni.

Il nome “Pantelleria” ha origini fenicie e significa “la figlia di Afrodite”, sottolineando la sua bellezza leggendaria. Durante il periodo romano, l’isola divenne un importante centro agricolo, nota per la produzione di vino e il coltivamento di uva passa.

Nel corso dei secoli, Pantelleria ha subito diverse dominazioni, inclusi periodi di dominio arabo e normanno. La sua posizione strategica nel Mediterraneo ha reso l’isola un luogo di interesse durante le guerre e le contese tra potenze europee.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, Pantelleria fu teatro di scontri tra le forze alleate e le forze dell’Asse, in quanto la sua posizione strategica ne faceva un punto chiave per il controllo del Mediterraneo.

Oggi, l’isola conserva tracce della sua storia attraverso siti archeologici, antichi dammusi (tipiche abitazioni locali), e vigneti che testimoniano la lunga tradizione vinicola. Pantelleria continua ad affascinare i visitatori con la sua bellezza naturale e la ricchezza della sua storia.

Le attrazioni di Pantelleria:

Le attrazioni di Pantelleria:

Lago di Venere

Il Lago di Venere a Pantelleria è come una pozione magica di benessere! Con le sue acque termali a 35-58 °C, questo bacino vulcanico di 450 per 350 metri è un vero gioiello a 2 metri sul livello del mare. Le sue rive, arricchite da fanghi termali, raccontano storie antiche con resti di un tempio risalenti all’età del bronzo. E se sei appassionato di birdwatching, le sponde del lago ospitano una varietà di specie di uccelli migratori. Un luogo dove la natura e la storia si abbracciano, regalando un’esperienza unica!

Montagna Grande

Scalare la Montagna Grande a Pantelleria è come conquistare il regno dell’isola! Con i suoi 836 metri, questa regina dell’entroterra offre panorami mozzafiato sulla costa e sull’entroterra, rendendola un paradiso per gli amanti del trekking. Non preoccuparti della strada dissestata, perché una volta in cima, ti aspettano passeggiate incantevoli tra lecci e pini marittimi, avvolti dai profumi di rosmarino e menta. La vista dalla vetta ti permette persino di spiare tutti i vulcani più piccoli sparsi per l’isola! Questo gioiello vulcanico è anche parte della Riserva Naturale Orientata di Pantelleria, con antichi sentieri che svelano un ambiente unico nel Mediterraneo. Prima di raggiungere la cima, fai una sosta nell’area attrezzata e goditi la vista panoramica sulla Sicilia.

I Dammusi

Il dammuso, dall’arabo “volta” o “intradosso,” è la casa tradizionale di Pantelleria, un’isola unica nel suo genere! Questa struttura in pietra lavica, derivata da antiche influenze come il cumulo e la cisterna, è diventata un’icona dell’architettura locale. Dai dammusi di campagna, con cisterne e spazi per lavorare la terra, ai dammusi abitativi, ogni struttura racconta una storia.

Castello di Pantelleria

Il Castello di Pantelleria è un gioiello storico posizionato strategicamente con una vista spettacolare sulla città. Costruito sotto il dominio normanno, ha resistito con fierezza agli assalti dei corsari turchi nel corso dei secoli. Dopo restauri attenti, oggi ospita un affascinante museo archeologico regionale, dove reperti e le celebri Teste di Pantelleria raccontano la storia dell’isola. Esplorare l’interno del castello è come percorrere un labirinto intriso di storie e torri che catturano l’immaginazione. Un viaggio imperdibile nel passato e nella cultura di Pantelleria!

I Sesi

Scopri i misteriosi Sesi di Pantelleria, antiche costruzioni megalitiche a Mursia e Cimillia! Costruiti da un popolo africano 5000 anni fa, questi monumenti sepolcrali furono riconosciuti solo nel 1800. Con forme ellittiche e aperture affascinanti, i Sesi raccontano la storia antica dell’isola in un’avventura archeologica unica!

Interessato alle spiagge di Pantelleria?
Impossibile rinunciare. Ecco le più importanti:

Arco dell'elefante

L’Arco dell’Elefante, un’affascinante formazione rocciosa di Pantelleria, è una vera attrazione per chi esplora l’isola. Questo faraglione unico, che ricorda la sagoma di un elefante con la proboscide immersa nell’acqua, è un must per i turisti. Anche in una giornata meno adatta al mare, è possibile ammirare questa meraviglia naturale dalla strada panoramica. La discesa verso il mare è agevole, rendendo la zona ideale per famiglie e anziani, mentre i giovani possono godersi emozionanti tuffi nelle acque cristalline. Un’esperienza imperdibile che combina la bellezza naturale con la facilità di accesso.

Laghetto delle Ondine

Incantevole laghetto naturale di Pantelleria situato a Punta Spadillo, è un vero gioiello tra le rocce che si tuffano nel mare. Si distingue per essere un punto di balneazione unico, regalando emozioni anche con il mare agitato che rinfresca continuamente le sue acque. Durante l’estate, persino nelle giornate di tempo incerto, diventa il luogo prediletto, animato da un’atmosfera vivace e accogliente. Un’esperienza imperdibile per chi desidera godersi la natura selvaggia di Pantelleria con un tocco di avventura!

Balata dei Turchi

Balata dei Turchi, un segreto ben custodito tra le spiagge di Pantelleria, si erge maestosa in cima a una scogliera impervia, regalando un’esperienza riservata a pochi esploratori audaci. Questa incantevole cala, antica cava di ossidiana risalente al periodo preistorico, incanta con le sue acque turchesi e i fondali vibranti di colori, immersi nella selvaggia bellezza naturale. Luogo di presunti approdi pirataci, Balata dei Turchi è ora una baia accessibile attraverso una strada impegnativa ma gratificante, offrendo uno spettacolo visivo che rende indimenticabile l’avventura per raggiungerla!

Cala Gadir

Un tesoro subacqueo nel cuore orientale di Pantelleria, rivela il suo fascino con antiche anfore risalenti al III e II secolo a.C., scoperte a pochi metri di profondità. Il porticciolo ospita una straordinaria testimonianza del passato, trasformandosi nel primo itinerario archeologico subacqueo grazie all’impegno della Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana. Accessibile dal centro abitato, la cala non solo incanta con la sua storia sommersa, ma offre anche vasche naturali di acqua termale scavate nella roccia, regalando un’oasi di relax a pochi passi dalle acque straordinarie di Pantelleria.

Bue Marino

Bue Marino, la spiaggia più celebre di Pantelleria, brilla per la sua rinomanza e la comoda vicinanza al cuore dell’isola. Con i suoi fondali delicatamente inclinati e un riparo naturale dai venti, questa destinazione incantevole è perfetta per famiglie e bambini in cerca di relax e divertimento. L’insenatura accogliente e l’accessibilità rendono Bue Marino un angolo paradisiaco, dove il mare cristallino e la sabbia baciata dal sole creano un’atmosfera da sogno.

Cala Tramontana

Una delle gemme di Pantelleria si distingue come una delle spiagge più affascinanti dell’isola. Il mare cristallino, dipinto in sfumature di turchese, è incorniciato da imponenti pareti rocciose dal suggestivo colore dell’ebano, creando il contesto ideale per scattare foto indimenticabili. Ma la bellezza di Cala Tramontana non si limita solo al paesaggio mozzafiato: la scoperta di oltre 3000 antiche monete puniche di bronzo, datate tra il 264 e il 241 a.C., aggiunge un tocco di storia intrigante. Alcuni di questi tesori sono esposti oggi al Castello di Pantelleria.

Cala Levante

Baciata dal sole sorgente sul lato orientale dell’isola, incanta con la sua bellezza senza tempo. Situata tra l’Arco dell’Elefante e il Faraglione di Punta Tracino, questa spettacolare insenatura offre uno scenario mozzafiato, affacciandosi sul cristallino mare di Pantelleria. Un vero paradiso per gli amanti delle immersioni e dello snorkeling, Cala Levante è una tappa imperdibile per chi desidera esplorare le meraviglie sommerse dell’isola.

Cala Cottone

Per gli amanti delle passeggiate nella natura, Cala Cottone si svela come un gioiello nascosto raggiungibile attraverso un affascinante sentiero. Una breve camminata di circa venti minuti svelerà questa baia incantevole, dove rocce basse e levigate si immergono in acque cristalline. Oltre al paesaggio mozzafiato, tra gli scogli emergono testimonianze del passato, come un antico pozzo risalente all’epoca araba, utilizzato per estrarre acqua dolce. Questa tranquilla spiaggia, un tempo fulcro del commercio del cotone, offre oggi il fascino di un mare maestoso e di una storia.

Interessato alle spiagge di Pantelleria?
Impossibile rinunciare. Ecco le più importanti:

Arco dell'elefante

L’Arco dell’Elefante, un’affascinante formazione rocciosa di Pantelleria, è una vera attrazione per chi esplora l’isola. Questo faraglione unico, che ricorda la sagoma di un elefante con la proboscide immersa nell’acqua, è un must per i turisti. Anche in una giornata meno adatta al mare, è possibile ammirare questa meraviglia naturale dalla strada panoramica. La discesa verso il mare è agevole, rendendo la zona ideale per famiglie e anziani, mentre i giovani possono godersi emozionanti tuffi nelle acque cristalline. Un’esperienza imperdibile che combina la bellezza naturale con la facilità di accesso.

Laghetto delle Ondine

Incantevole laghetto naturale di Pantelleria situato a Punta Spadillo, è un vero gioiello tra le rocce che si tuffano nel mare. Si distingue per essere un punto di balneazione unico, regalando emozioni anche con il mare agitato che rinfresca continuamente le sue acque. Durante l’estate, persino nelle giornate di tempo incerto, diventa il luogo prediletto, animato da un’atmosfera vivace e accogliente. Un’esperienza imperdibile per chi desidera godersi la natura selvaggia di Pantelleria con un tocco di avventura!

Balata dei Turchi

Balata dei Turchi, un segreto ben custodito tra le spiagge di Pantelleria, si erge maestosa in cima a una scogliera impervia, regalando un’esperienza riservata a pochi esploratori audaci. Questa incantevole cala, antica cava di ossidiana risalente al periodo preistorico, incanta con le sue acque turchesi e i fondali vibranti di colori, immersi nella selvaggia bellezza naturale. Luogo di presunti approdi pirataci, Balata dei Turchi è ora una baia accessibile attraverso una strada impegnativa ma gratificante, offrendo uno spettacolo visivo che rende indimenticabile l’avventura per raggiungerla!

Cala Gadir

Un tesoro subacqueo nel cuore orientale di Pantelleria, rivela il suo fascino con antiche anfore risalenti al III e II secolo a.C., scoperte a pochi metri di profondità. Il porticciolo ospita una straordinaria testimonianza del passato, trasformandosi nel primo itinerario archeologico subacqueo grazie all’impegno della Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana. Accessibile dal centro abitato, la cala non solo incanta con la sua storia sommersa, ma offre anche vasche naturali di acqua termale scavate nella roccia, regalando un’oasi di relax a pochi passi dalle acque straordinarie di Pantelleria.

Bue Marino

Bue Marino, la spiaggia più celebre di Pantelleria, brilla per la sua rinomanza e la comoda vicinanza al cuore dell’isola. Con i suoi fondali delicatamente inclinati e un riparo naturale dai venti, questa destinazione incantevole è perfetta per famiglie e bambini in cerca di relax e divertimento. L’insenatura accogliente e l’accessibilità rendono Bue Marino un angolo paradisiaco, dove il mare cristallino e la sabbia baciata dal sole creano un’atmosfera da sogno.

Cala Tramontana

Una delle gemme di Pantelleria si distingue come una delle spiagge più affascinanti dell’isola. Il mare cristallino, dipinto in sfumature di turchese, è incorniciato da imponenti pareti rocciose dal suggestivo colore dell’ebano, creando il contesto ideale per scattare foto indimenticabili. Ma la bellezza di Cala Tramontana non si limita solo al paesaggio mozzafiato: la scoperta di oltre 3000 antiche monete puniche di bronzo, datate tra il 264 e il 241 a.C., aggiunge un tocco di storia intrigante. Alcuni di questi tesori sono esposti oggi al Castello di Pantelleria.

Cala Levante

Baciata dal sole sorgente sul lato orientale dell’isola, incanta con la sua bellezza senza tempo. Situata tra l’Arco dell’Elefante e il Faraglione di Punta Tracino, questa spettacolare insenatura offre uno scenario mozzafiato, affacciandosi sul cristallino mare di Pantelleria. Un vero paradiso per gli amanti delle immersioni e dello snorkeling, Cala Levante è una tappa imperdibile per chi desidera esplorare le meraviglie sommerse dell’isola.

Cala Cottone

Per gli amanti delle passeggiate nella natura, Cala Cottone si svela come un gioiello nascosto raggiungibile attraverso un affascinante sentiero. Una breve camminata di circa venti minuti svelerà questa baia incantevole, dove rocce basse e levigate si immergono in acque cristalline. Oltre al paesaggio mozzafiato, tra gli scogli emergono testimonianze del passato, come un antico pozzo risalente all’epoca araba, utilizzato per estrarre acqua dolce. Questa tranquilla spiaggia, un tempo fulcro del commercio del cotone, offre oggi il fascino di un mare maestoso e di una storia.

Curiosità, fun fact e leggende

La perla nera

Benvenuto nell'”isola del vento“! Pantelleria, situata tra la Sicilia e la Tunisia, è un tesoro vulcanico nel Mar Mediterraneo che va ben oltre sole e spiagge spettacolari.

La vera chicca? Pantelleria è famosa come “La Perla Nera del Mediterraneo”! La sua origine vulcanica, con rocce basaltiche sparpagliate, dona all’isola un fascino unico. Paesaggi selvaggi, vulcani sonnolenti e acque cristalline la rendono un autentico gioiello naturale che brilla nel cuore del Mediterraneo.

Pantelleria, una delizia per i sensi!

Per conoscere davvero Pantelleria, bisogna addentrarsi nel suo mondo enogastronomico che incanta i palati di tutto il mondo! Il Passito di Pantelleria, un vino dolce e succulento ottenuto dall’uva Zibibbo, è ambasciatore dell’isola in ogni angolo del pianeta. Perfetto con dolci e formaggi, è una vera delizia.

I Capperi di Pantelleria IGP, raccolti con cura da maggio a settembre, diventano prelibate salse e paté dopo un trattamento speciale in salamoia. Per i veri intenditori, nel 2021 ha aperto il Museo del Cappero, un viaggio affascinante nella storia di questo ingrediente magico.

E cosa dire del Bacio Pantesco? Un dolce irresistibile, con la sua croccante pasta fritta che avvolge una cremosa ricotta al centro. Oggi, è la stella dei ristoranti locali.

Jardinu di Pantelleria

Immergiti nei misteriosi giardini di Pantelleria, un incrocio tra storia e leggenda che dipinge vivaci macchie di colore sull’isola. Questi giardini, circondati da muretti circolari, sono veri e propri abbracci cromatici: il nero della pietra lavica, il verde intenso degli alberi e i colori brillanti degli agrumi. Chiamati “jardinu” nella parlata locale, questi recinti proteggono gli alberi dagli elementi, fungendo da scudo contro il vento, la salsedine e la siccità. Con radici che affondano nell’antichità sumera del terzo millennio a.C., questi giardini sono più di semplici strutture: nella tradizione popolare, rappresentano il grembo materno, un rifugio che abbraccia e protegge come il muretto fa con l’albero. Oltre 500 di questi giardini adornano l’isola, con forme che variano tra circolari, rettangolari e pentagonali. Tra i gioielli, spicca quello nella Contrada Khamma, un dono della cantina Donnafugata al FAI. Alto 4 metri e con un diametro di 11 metri, questo giardino incantevole, circondato da vigneti di zibibbo, ospita un arancio dolce di qualità “Portogallo” nel suo abbraccio accogliente.

Salto la vecchia

In cima a uno strapiombo che si erge maestoso per quasi 300 metri sul mare, si apre uno scenario panoramico spettacolare. La leggenda racconta di un’anziana donna che fu gettata giù dalla sommità di questo luogo imponente, colpevole di essere stata accusata di stregoneria. Si credeva che i suoi incantesimi avessero scatenato una siccità implacabile sull’isola. Tuttavia, nessuno ha mai svelato se la pioggia fece finalmente ritorno dopo il suo drammatico destino.

Le attività consigliate:

Cantine di Pantelleria

Scopri le Cantine Donnafugata a Pantelleria in un’esperienza indimenticabile! Immerso tra vigneti, muretti a secco e un anfiteatro naturale a Khamma, potrai ammirare la vigna centenaria e il Giardino Pantesco Donnafugata, custodito dal FAI. Inizia il tuo viaggio con una passeggiata sul cammino di Khamma, tra ulivi, capperi e la magia della macchia mediterranea.

Grotta di Benikulà

Scopri la magia della Grotta del Bagno Asciutto a Pantelleria, la “sauna naturale” dell’isola che unisce autenticità e meraviglia. Immersa nel verde selvaggio, la grotta offre un frigidarium esterno con sedili scolpiti nella pietra lavica e una vista spettacolare sulla Valle di Monastero. All’interno, due stanze naturali accolgono con un vapore misto a gas vulcanici, offrendo un trattamento termale naturale a 40°C.

Le attività consigliate:

Cantine di Pantelleria

Scopri le Cantine Donnafugata a Pantelleria in un’esperienza indimenticabile! Immerso tra vigneti, muretti a secco e un anfiteatro naturale a Khamma, potrai ammirare la vigna centenaria e il Giardino Pantesco Donnafugata, custodito dal FAI. Inizia il tuo viaggio con una passeggiata sul cammino di Khamma, tra ulivi, capperi e la magia della macchia mediterranea.

Grotta di Benikulà

Scopri la magia della Grotta del Bagno Asciutto a Pantelleria, la “sauna naturale” dell’isola che unisce autenticità e meraviglia. Immersa nel verde selvaggio, la grotta offre un frigidarium esterno con sedili scolpiti nella pietra lavica e una vista spettacolare sulla Valle di Monastero. All’interno, due stanze naturali accolgono con un vapore misto a gas vulcanici, offrendo un trattamento termale naturale a 40°C.