Skip to main content

Il Bastione Imperiale, detto anche Bastione di Sant’Anna, un’imponente opera difensiva che si affaccia sul lungomare di Tramontana, nelle vicinanze della maestosa Torre di Ligny. Questo bastione, costruito nel 1545 per volere dell’imperatore Carlo V e successivamente ampliato nel 1673 dal principe di Ligny, rappresenta uno dei simboli della potente rete difensiva di Trapani contro le incursioni dei pirati turchi nel XVI secolo.

L’ingegnere Ferramolino da Bergamo fu il genio dietro gran parte delle strutture difensive della città, progettate non solo per fronteggiare le minacce esterne, ma anche per resistere alle nuove armi da fuoco. Nel corso dei secoli, il Bastione di Sant’Anna e le mura circostanti furono costantemente potenziate per far fronte alle temibili mareggiate provenienti dal mare.

Questo bastione, che un tempo era una piazza d’armi strategica sia dal punto di vista militare che commerciale, segnava l’ingresso alla “città castello” di Trapani, circondata dal mare e collegata alla terraferma da un ponte levatoio. Oggi, la sua imponente presenza e la scogliera che lo protegge continuano a simboleggiare la resistenza e la forza di questa città millenaria. Attraverso Viale delle Sirene, potrai ammirare questo suggestivo panorama e comprendere il ruolo cruciale che il Bastione di Sant’Anna ha avuto nella storia di Trapani. Ancora oggi, la sua presenza è segnalata da un faro che guida i naviganti attraverso le acque del mar Tirreno, proteggendo il porticciolo e la costa dalle forze della natura e dei nemici.