Skip to main content

Marsala

Cosa vedere a Marsala?

Benvenuto a Marsala, la città che ti farà innamorare con il suo mix irresistibile di storia, cultura e un pizzico di dolcezza sotto il sole siciliano.

Immagina di camminare per le stradine caratteristiche, dove l’aria profuma di storia e il passato si mescola con la vivacità del presente. Sì, stiamo parlando di Marsala, una gemma sulla costa occidentale della Sicilia pronta ad accoglierti a braccia aperte.

Qui, il vino non è solo una bevanda, ma una tradizione che affonda le radici nei secoli. Si dice che il Marsala, nato proprio in questa città, possa raccontare storie antiche con ogni sorso. E se sei un amante del buon cibo, preparati a deliziare il tuo palato con i sapori autentici della cucina siciliana che qui trova la sua massima espressione.

Che tu sia appassionato di storia, amante del sole o desideroso di esplorare i vicoli pittoreschi, Marsala ti conquisterà con il suo fascino unico.

Il consiglio tattico:

Indispensabili per andare a Marsala:

  • abiti freschi e comodi
  • non dimenticare una buona crema solare, occhiali da sole e un cappello
  • Il tuo miglior accessorio? La tua attitudine curiosa! Lasciati trasportare dall’atmosfera affascinante di Marsala

Ora, con il guardaroba giusto e l’entusiasmo nel cuore, sei pronto per immergerti nelle bellezze di Marsala.

Come arrivare a Marsala da Trapani

Se viaggi in auto raggiungere Marsala da Trapani è molto semplice, basta percorrere la SS 115 fino a destinazione raggiunta. In alternativa, il modo più veloce per arrivare a Marsala è senza dubbio il treno, poiché in soli 30’ vi permette di arrivare alla stazione di Marsala che si trova nel centro storico della città, al contrario del bus che invece impiega circa 1h.

Se non sei automunito, scopri qui come raggiungere Marsala.

Come arrivare a Marsala da Trapani

Se viaggi in auto raggiungere Marsala da Trapani è molto semplice, basta percorrere la SS 115 fino a destinazione raggiunta. In alternativa, il modo più veloce per arrivare a Marsala è senza dubbio il treno, poiché in soli 30’ vi permette di arrivare alla stazione di Marsala che si trova nel centro storico della città, al contrario del bus che invece impiega circa 1h.

Se non sei automunito, scopri qui come raggiungere Marsala.

Un po’ di storia?

Cenni Storici

La città di Marsala ha una storia ricca e complessa che inizia con i Fenici, abili navigatori che fondarono l’insediamento chiamato Lylibeo, “la città che guarda la Lybia”. Divenne una provincia romana di grande importanza nel 241 a.C., grazie al suo porto vitale e alla sua posizione strategica.

Sotto il dominio degli Arabi, Marsala fu rinominata “Marsa Allah” (porto di Dio) e beneficiò di una nuova vitalità urbana. Successivamente, passò attraverso varie dominazioni, tra cui normanni, svevi, angioini e aragonesi.

Nel 1575, l’imperatore Carlo V ordinò l’interramento del porto per proteggersi dagli attacchi saraceni, segnando un periodo di declino. Tuttavia, nel XVIII secolo, un evento positivo cambiò il destino della città: l’inglese J. Woodhouse scopri il vino locale, il “Marsala”, e decise di esportarlo in Inghilterra. Da allora, il Marsala divenne famoso in tutto il mondo.

Un altro capitolo significativo nella storia di Marsala è l’arrivo di Giuseppe Garibaldi e i suoi Mille il 11 maggio 1860, un evento cruciale nella lotta per l’unità italiana. Il Museo Garibaldino conserva documenti e cimeli di quel periodo epocale.

Le chiese come la Cattedrale e la Chiesa del Purgatorio, insieme al centro storico con le sue strade e piazze, narrano storie di devozione e maestria artistica attraverso i secoli. Passeggiando per Marsala, puoi percepire l’atmosfera di un passato vibrante, dove le tracce delle antiche civiltà si intrecciano con le saghe garibaldine. Marsala è come un libro di storia a cielo aperto, e ogni pietra racconta un capitolo unico e affascinante. Esplorare Marsala significa camminare sulle orme di Fenici, Romani, Arabi e Garibaldini, contribuendo a scrivere il proprio personale capitolo in questa epopea storica.

Le attrazioni di Marsala:

Le attrazioni di Marsala:

Museo Archeologico Baglio Anselmi

Situato in un antico baglio, questo museo custodisce reperti fenici, romani e punici. Al suo interno potrai ammirare manufatti come anfore, mosaici e oggetti di vita quotidiana. Il museo non è solo una raccolta di oggetti, ma un viaggio nel tempo, una finestra aperta sulle vite di coloro che hanno abitato queste terre secoli fa. Il Baglio Anselmi diventa così un custode di memorie, dove ogni manufatto è un tassello prezioso nel puzzle della storia di Marsala.

Orario di apertura:
tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:00; Lunedì dalle 9:00 alle 13:30.
Ticket:
Intero 4,00€, r
idotto 2,00€

Il centro Storico

Passeggia per il centro storico di Marsala, noto come “Marsala Antica”. Vicoli pittoreschi, edifici storici e piazze incantevoli rendono questa zona una vera e propria esperienza di immersione nel passato. Passeggia lungo la Via XI Maggio, ammira la maestosa Porta Garibaldi e fai una sosta nella pittoresca Piazza Loggia per assaporare l’autentica atmosfera siciliana.

A trapani se piove-marsala-TP istruzioni

Chiesa Madre di San Tommaso di Canterbury

Ammira la maestosità di questa cattedrale, risalente al XII secolo. Il suo stile architettonico gotico è un tripudio di arte e spiritualità, con interni decorati e un campanile che si staglia nel cielo. La cattedrale ha subito diverse ristrutturazioni nel corso dei secoli, ma ha conservato la sua aura sacra e il suo ruolo centrale nella vita religiosa di Marsala. Oggi, è un luogo di culto, di contemplazione e di ammirazione per i visitatori che desiderano immergersi nella ricca storia e nella bellezza artistica di questa affascinante città siciliana.

Orario di apertura:
tutti i giorni dalle 8:30 alle 12:00 e dalle 16:00 alle 19:00

Museo degli Arazzi

Questo museo è una vera chicca per gli amanti dell’arte tessile. Gli arazzi fiamminghi del XVI secolo qui esposti ti faranno immergere in un’atmosfera rinascimentale unica, trasportandoti indietro nel tempo attraverso fili e colori. Ogni arazzo è come una finestra aperta su un’epoca di sfarzo e raffinatezza grazie alla quale sarai avvolto dalla bellezza di scene mitologiche, paesaggi idilliaci e ritratti di personaggi dell’epoca.

Orario di apertura:
tutti i giorni, tranne il Lunedì, dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 18:00;
Domenica e festivi dalle 9:00 alle 13:00.
Ticket:
Intero 2,50€, r
idotto 1,50€

Le Saline di Marsala

Le saline sono parte integrante del paesaggio di Marsala e sono attive nella produzione di sale da secoli. L’area è costellata da bacini poco profondi, dove l’acqua di mare viene intrappolata e lasciata evaporare al sole. Questo processo naturale crea cristalli di sale, che vengono successivamente raccolti. Goditi una passeggiata ammirando gli stagni colorati e imparando il processo di produzione del sale. Un’esperienza davvero unica!

Isola di Mozia

Imbarcati per un’escursione nell’incantevole Isola di Mozia. Questo sito archeologico punico offre rovine affascinanti e una vista panoramica mozzafiato sulla laguna.
Sull’isola è presente anche il Museo Whitaker, che ospita una collezione di reperti archeologici ritrovati sull’isola stessa. Questo museo offre una panoramica approfondita della storia e della cultura di Mozia.

Orario di apertura museo Whitaker:
tutti i giorni dalle 9:00 alle 15:00
Ticket:
Intero 10,00€, r
idotto 6,00€

Un bel giro dei monumenti e tesori di Marsala?
Impossibile rinunciare. Ecco i più importanti:

Porta Garibaldi

Porta Garibaldi, una delle antiche porte del centro storico di Marsala, è un simbolo dalla rilevanza storica notevole. Situata lungo il perimetro delle antiche mura cittadine, questa porta in pietra locale ha mantenuto la sua forma distintiva attraverso i secoli. Originariamente fungendo da ingresso principale alla città, la sua architettura medievale a arco a tutto sesto riflette il passato fortificato di Marsala. Oggi, Porta Garibaldi continua ad accogliere visitatori nel cuore del centro storico, offrendo un affascinante viaggio nel tempo e nel contesto storico della città.

Palazzo Grignani

Palazzo Grignani, imponente edificio settecentesco di Marsala, si erge nella suggestiva piazza Carmine, fiancheggiato dall’antico convento dei frati carmelitani e dal palazzo Vaccara. Originariamente appartenuto ai Cappasanta nel XVI secolo, passò ai Grignani, che ampliarono la residenza senza unificare completamente le facciate. Il palazzo conserva elementi manieristici e presenta un imponente portale con paraste di bugnato. Il balcone del secondo piano, dall’elegante profilo ondulato, aggiunge un tocco distintivo. Degradato nel corso del tempo, una dettagliata descrizione del conte Antonio XI Grignano rivela l’originaria struttura, testimoniando la sua grandezza con giardino, gallerie, e stanze decorate. Ospitando oggi la Pinacoteca Comunale, il palazzo è un affascinante pezzo di storia cittadina restaurato per la comunità.

Teatro Impero

Il Teatro Impero, originariamente noto come “Arena Roma”, fu eretto nel 1920 come arena cinematografica estiva, successivamente trasformato nel 1936 in “Cinema Impero” in onore delle conquiste coloniali italiane. Nel 1956, attraverso ampliamenti e ristrutturazioni che preservarono la facciata originale di stampo fascista, l’edificio assunse l’aspetto attuale. Dotato di una sala principale suddivisa tra platea e galleria, può accogliere circa 1200 spettatori. Affrontando una crisi negli anni ’80 a causa della televisione, il cinema chiuse nel 1983. Espropriato e restaurato dalla Regione Siciliana, il Teatro Impero è stato riaperto al pubblico nel luglio 1997, diventando un vivace centro per attività culturali, spettacoli teatrali e musicali.

Le Cantine Florio

Le Cantine Florio rappresentano un’icona dell’enologia siciliana, con una storia ricca che affonda le radici nel 1833 quando Vincenzo Florio fondò l’azienda. Situate a Marsala, queste cantine vantano una tradizione secolare nella produzione di vini pregiati, specialmente il celebre Marsala, un vino liquoroso rinomato a livello internazionale. Nel corso degli anni, le Cantine Florio hanno mantenuto l’impegno verso l’innovazione e la qualità, conservando al contempo le tecniche tradizionali di produzione. La visita alle cantine offre un viaggio affascinante attraverso le storiche cantine sotterranee, dove si possono ammirare le botti di invecchiamento e scoprire il processo di produzione di questi vini unici. Con eventi e degustazioni, le Cantine Florio continuano a essere un punto di riferimento per gli amanti del vino e gli appassionati di cultura enologica in Sicilia.

Un bel giro dei monumenti e tesori di Marsala?
Impossibile rinunciare. Ecco i più importanti:

Porta Garibaldi

Porta Garibaldi, una delle antiche porte del centro storico di Marsala, è un simbolo dalla rilevanza storica notevole. Situata lungo il perimetro delle antiche mura cittadine, questa porta in pietra locale ha mantenuto la sua forma distintiva attraverso i secoli. Originariamente fungendo da ingresso principale alla città, la sua architettura medievale a arco a tutto sesto riflette il passato fortificato di Marsala. Oggi, Porta Garibaldi continua ad accogliere visitatori nel cuore del centro storico, offrendo un affascinante viaggio nel tempo e nel contesto storico della città.

Palazzo Grignani

Palazzo Grignani, imponente edificio settecentesco di Marsala, si erge nella suggestiva piazza Carmine, fiancheggiato dall’antico convento dei frati carmelitani e dal palazzo Vaccara. Originariamente appartenuto ai Cappasanta nel XVI secolo, passò ai Grignani, che ampliarono la residenza senza unificare completamente le facciate. Il palazzo conserva elementi manieristici e presenta un imponente portale con paraste di bugnato. Il balcone del secondo piano, dall’elegante profilo ondulato, aggiunge un tocco distintivo. Degradato nel corso del tempo, una dettagliata descrizione del conte Antonio XI Grignano rivela l’originaria struttura, testimoniando la sua grandezza con giardino, gallerie, e stanze decorate. Ospitando oggi la Pinacoteca Comunale, il palazzo è un affascinante pezzo di storia cittadina restaurato per la comunità.

Teatro Impero

Il Teatro Impero, originariamente noto come “Arena Roma”, fu eretto nel 1920 come arena cinematografica estiva, successivamente trasformato nel 1936 in “Cinema Impero” in onore delle conquiste coloniali italiane. Nel 1956, attraverso ampliamenti e ristrutturazioni che preservarono la facciata originale di stampo fascista, l’edificio assunse l’aspetto attuale. Dotato di una sala principale suddivisa tra platea e galleria, può accogliere circa 1200 spettatori. Affrontando una crisi negli anni ’80 a causa della televisione, il cinema chiuse nel 1983. Espropriato e restaurato dalla Regione Siciliana, il Teatro Impero è stato riaperto al pubblico nel luglio 1997, diventando un vivace centro per attività culturali, spettacoli teatrali e musicali.

Le Cantine Florio

Le Cantine Florio rappresentano un’icona dell’enologia siciliana, con una storia ricca che affonda le radici nel 1833 quando Vincenzo Florio fondò l’azienda. Situate a Marsala, queste cantine vantano una tradizione secolare nella produzione di vini pregiati, specialmente il celebre Marsala, un vino liquoroso rinomato a livello internazionale. Nel corso degli anni, le Cantine Florio hanno mantenuto l’impegno verso l’innovazione e la qualità, conservando al contempo le tecniche tradizionali di produzione. La visita alle cantine offre un viaggio affascinante attraverso le storiche cantine sotterranee, dove si possono ammirare le botti di invecchiamento e scoprire il processo di produzione di questi vini unici. Con eventi e degustazioni, le Cantine Florio continuano a essere un punto di riferimento per gli amanti del vino e gli appassionati di cultura enologica in Sicilia.

Curiosità, fun fact e leggende

Origine del nome

Il nome “Marsala” ha origini interessanti. Si dice che derivi dall’arabo “Marsa Allah,” che significa “porto di Allah.” Questa città portuale è stata influenzata nel corso dei secoli da diverse culture, tra cui quella araba, normanna e spagnola.

L'omonimo vino

Marsala è famosa per il suo vino omonimo, il Marsala, un vino liquoroso rinomato in tutto il mondo. Questo vino è stato creato nel 1773 da un mercante britannico di nome John Woodhouse.

I bombardamenti del '43

Durante la Seconda Guerra Mondiale, il 11 maggio 1943, la città di Marsala fu pesantemente colpita dai bombardamenti aerei americani, che distrussero buona parte dell’abitato, causando danni economici e umani significativi. Circa il 43% delle case di abitazione fu raso al suolo, mentre il restante 40% subì danni più o meno gravi. La popolazione, vittima del terrore e del lutto, fuggì nelle campagne, lasciando la città deserta e sinistra per lunghi mesi. La difficile ricostruzione e la rinascita di Marsala dalle macerie rappresentano un capitolo toccante della sua storia, dimostrando la resilienza e la forza della comunità nel dare vita a un nuovo inizio nonostante le avversità.

Lo sbarco di Garibaldi

L’11 maggio 1860, Giuseppe Garibaldi approdò a Marsala con i suoi 1008 uomini, cacciando i Borboni e dando avvio all’Unità d’Italia. In commemorazione di questo fondamentale episodio della storia risorgimentale, la città di Marsala, conosciuta come la città dei Mille, desidera celebrare l’anniversario dello sbarco delle navi Piemonte e Lombardo nelle immediate vicinanze del porto, con eventi vari, come le Manifestazioni Garibaldine.

Le attività consigliate:

Visita in cantina e degustazione di vini

Esplora l’arte del vino a Marsala con una visita in una delle sue rinomate Cantine. Immergiti nella storia e nella maestria della produzione del vino. Assapora il fascino dei vigneti secolari e tuffati nel mondo dei sapori unici durante una degustazione guidata. Le Cantine Florio e le Cantine Donna Fugata offrono un viaggio sensoriale attraverso le tradizioni vinicole siciliane, arricchito dalla degustazione dei pregiati vini. Un’esperienza indimenticabile per chi desidera scoprire la bellezza di Marsala attraverso i suoi gusti distintivi.

Le attività consigliate:

Visita in cantina e degustazione di vini

Esplora l’arte del vino a Marsala con una visita in una delle sue rinomate Cantine. Immergiti nella storia e nella maestria della produzione del vino. Assapora il fascino dei vigneti secolari e tuffati nel mondo dei sapori unici durante una degustazione guidata. Le Cantine Florio e le Cantine Donna Fugata offrono un viaggio sensoriale attraverso le tradizioni vinicole siciliane, arricchito dalla degustazione dei pregiati vini. Un’esperienza indimenticabile per chi desidera scoprire la bellezza di Marsala attraverso i suoi gusti distintivi.