Skip to main content

Cosa vedere a Trapani?

Visita i palazzi e i monumenti di Trapani

Illustrazioni palazzi e monumenti Trapani istruzioni per l'uso
Pronto a visitare i palazzi e i monumenti di Trapani?

I palazzi e i monumenti di Trapani

I palazzi e monumenti di Trapani non ti lasceranno deluso.

Il centro storico di Trapani non è molto grande ma sono numerose le piccole perle custodite nel suo cuore. Bellissimi sono i palazzi e monumenti che è possibile visionare facendo una piacevole passeggiata per i vicoli della città.

Facciamo due passi virtuali insieme partendo dall’ingresso nord-est al centro storico! Verrai accolto dalla Fontana del Tritone e la splendida Villa Margherita, sarà piacevole fare una passeggiata ai giardini fra i secolari ficus.
Proseguendo sulla tua destra avrai il Palazzo D’ali e sulla sinistra uno splendido esempio di palazzo in stile Liberty che ospita gli Uffici Postali. Continuando per via Garibaldi, diversi sono i palazzi dell’antica nobiltà trapanese e di gran valore artistico come Palazzo Riccio Di Morana, Palazzo Staiti e Palazzo Milo che ospita al suo interno il museo della stampa tipografica.

Al termine di via Garibaldi sulla tua destra potrai ammirare Piazza Ex Mercato del pesce dove un tempo si svolgeva la vendita del pesce in un pot-pourri di voci, suoni, odori e colori. Attualmente, il mercato del pesce, si svolge in V. Gladioli ogni mattino fin dalle prime ore del giorno. Svoltando a sinistra ti troverai su via Torrearsa, altra arteria principale del centro storico di Trapani.
Qui, sulla tua destra potrai ammirare Palazzo Senatorio anche meglio conosciuto come palazzo Cavarretta dai Trapanesi dove spesso è possibile trovare piccole mostre di artisti locali. Proseguendo lungo corso Vittorio Emanuele e svoltando a sinistra per via Turretta troverai Palazzo Lucatelli sede fino al 1968 dell’ospedale della città.

Sulla destra e sulla via S. Francesco d’assisi il bellissimo Palazzo della Vicaria, ovvero l’ex carcere. Anche la zona dell’antico quartiere ebraico vi offre un particolarissimo palazzo da non perdere, Palazzo Ciambra o meglio conosciuto come Palazzo della Giudecca.
Il palazzo venne edificato nel 1300 e fu centro culturale del quartiere ebraico, solo nel XVI secolo fu in possesso della nobiliare famiglia Ciambra che ne conferì l’inconfondibile architettura di derivazione catalana. Da non perdere infine è il palazzo che custodisce la Biblioteca Fardelliana in via Biscottai.