Skip to main content

Levanzo

Cosa vedere a Levanzo?

Benvenuto a Levanzo, la più piccola delle tre isole dell’arcipelago delle Egadi! Conosciuta nel Medioevo come “Phorbantia” e rinominata “Levanto” dai marinai liguri, questa gemma offre una combinazione unica di storia e bellezza naturale. Caratterizzata da faraglioni maestosi e grotte suggestive, l’isola conserva un aspetto primordiale con una fitta vegetazione e calette incantevoli come Cala Fredda e Cala Minnola.

Levanzo vanta un ricco patrimonio storico-culturale, con la torre saracena che domina il panorama come antica fortezza di avvistamento. I fondali dell’isola, tra cui la Secca del Faraone, il Relitto del Genovese e altri, offrono un’attrazione irresistibile per gli amanti della bellezza naturalistica e della storia sommersa. Preparati a immergerti nelle acque di Levanzo e a scoprire un’isola unica e affascinante!

Il consiglio tattico:

Indispensabili per andare a Levanzo:

  • scarpe da scogli
  • attrezzature per lo snorkeling
  • occhiali da sole e cappellino

Per un’esperienza indimenticabile, noleggia una barchetta o un gommone, porta con te il tuo cibo preferito, la giusta compagnia e lasciati incantare dallo spettacolo di uno dei tramonti più belli della tua vita mentre il sole va a dormire dietro il suggestivo Faraglione di Levanzo.

Come arrivare a Levanzo da Trapani

Clicca qui e scoprilo

Se vi trovate in centro storico, come spesso accade visto la vicinanza dei principali terminal, potete semplicemente scegliere tra le compagnie di navigazione che effettuano il collegamento Trapani – Levanzo (e viceversa), tutte situate lungo la banchina del Porto di Trapani in Via Ammiraglio Staiti (sebbene i punti di imbarco siano differenti in base al mezzo).

Puoi viaggiare con:

  • Liberty Lines (aliscafi – spazi chiusi – tempo di percorrenza da 30 a 40 minuti – prezzo medio/alto);
  • Caronte & Touristi – Siremar (traghetti particolarmente indicati per il trasporto mezzi – tempo di percorrenza oltre i 50/55 minuti – prezzo basso).

Cosa fare e vedere a Levanzo:

Grotta del Genovese

La Grotta del Genovese è una delle principali attrazioni dell’isola di Levanzo, nell’arcipelago delle Egadi. Questo sito archeologico straordinario è situato lungo la costa dell’isola e ha una storia che risale a tempi preistorici. La grotta ottenne il suo nome dopo che fu scoperta casualmente da una pittrice fiorentina di nome Franca Denisi nel 1949. All’interno è possibile ammirare graffiti e pitture risalenti all’epoca preistorica. Questi disegni raffigurano 29 animali e alcune figure umane. Tra le rappresentazioni più significative, vi è un’incisione che raffigura il tonno, testimonianza dell’importanza della pesca già in quegli antichi tempi. Gli antichi graffiti sono ben conservati e offrono ai visitatori un’opportunità unica di connettersi con il passato remoto dell’area.

Per preservare questo importante sito archeologico, l’accesso alla Grotta del Genovese è controllato e limitato. I visitatori possono partecipare a visite guidate organizzate, durante le quali esperti forniscono approfondimenti sulla storia e sull’importanza archeologica della grotta.

La Torre Saracena

La Torre Saracena di Levanzo, imponente testimonianza del passato medievale, svetta su un cucuzzolo di 118 metri, affacciandosi su Cala Minnola. Costruita tra il XII e il XVI secolo, questa antica torre di avvistamento costituisce un’attrazione di grande rilevanza storico-culturale nell’arcipelago delle Egadi.

L’accesso alla torre avviene attraverso un suggestivo sentiero forestale, tra la fitta vegetazione di una pineta e le macchie di euforbia e lentisco. Una passeggiata di circa venti minuti con una breve salita finale conduce i visitatori a contemplare uno straordinario panorama. Dalla sommità, lo sguardo spazia sulla pittoresca Cala Minnola e sulle rinomate Case Florio, ora di proprietà dello stilista Prada.

Percorsi Trekking

Levanzo offre tantissimi percorsi adatti al Trekking e alle escursioni naturalistiche.

I percorsi variano dalla passeggiata panoramica lungo la costa alla salita verso Pizzo Monaco, offrendo viste spettacolari su Cala Minnola e le pittoresche Case Florio. Percorsi senza ombra, come quello verso il faro di Capo Grosso, svelano panorami infiniti sul mare e sulle isole circostanti.

I paesaggi mozzafiato si intrecciano con la storia attraverso la visita alla Torre Saracena e alle affascinanti Grotte del Genovese. Durante il trekking, incontrerai una varietà di vegetazione, tra cui pino di Aleppo, lentisco, cappero e oleastro.

Preparati a indossare le scarpe da trekking e immergiti in un’avventura esplorativa che combina la natura incontaminata, la storia millenaria e panorami indimenticabili sull’isola di Levanzo.

E le calette di Levanzo?
Devi assolutamente fare almeno un tuffo in ognuna di queste:

E le calette di Levanzo?
Devi assolutamente fare almeno un tuffo in ognuna di queste:

Cala Minnola

Cala Minnola rappresenta indubbiamente la scelta ideale per coloro che desiderano trascorrere del tempo immersi nella natura, godendo di un completo relax.

Situata sul versante orientale dell’isola di Levanzo, questa incantevole cala è facilmente accessibile a piedi attraverso un sentiero che dista circa 20 minuti dal centro abitato. Le sue acque cristalline e la piccola spiaggia di ciottoli offrono l’opportunità di fare un rinfrescante bagno e di trascorrere una giornata piacevole sotto il sole.

Cala Minnola si rivela anche un luogo unico per gli amanti dello snorkeling, grazie ai fondali ricchi di Posidonia che celano un museo subacqueo con reperti risalenti al I secolo a.C.

Nei momenti più caldi della giornata, la fitta pineta circostante, dotata di tavolini e panchine, offre un rifugio ideale per riposarsi, gustare un pranzo al sacco o ripararsi dal sole.

È consigliabile l’uso di scarpe adatte per gli scogli per godere appieno dell’esperienza.

Cala Fredda

Cala Fredda a Levanzo è un autentico angolo di paradiso situato sul versante meridionale, oltre che meta prediletta dei turisti che approdano sull’isola, poiché dista solo pochi metri dal centro abitato. Il suo nome è dato dalle correnti fredde che attraversano questo breve tratto di mare, caratterizzato da acque cristalline di un azzurro intenso. È particolarmente amata dagli appassionati di snorkeling, grazie ai fondali che offrono la possibilità di esplorare una varietà colorata di pesci.

Cala Fredda è altresì un luogo apprezzato da coloro che desiderano trascorrere una giornata al mare immersi nella natura più selvaggia e remota dell’isola. Le acque calme e cristalline, unite alla presenza di una variegata fauna marina, rendono questo luogo ideale anche per chi ama dedicarsi a lunghe nuotate.

Cala Tramontana

Cala Tramontana è situata nella parte settentrionale di Levanzo e rappresenta una delle spiagge più estese dell’isola, caratterizzata da una vegetazione incastonata tra alte scogliere.

La cala offre un paesaggio suggestivo, arricchito dalla presenza di numerose grotte nelle vicinanze. La trasparenza dell’acqua la rende una scelta ideale per gli appassionati di immersioni, offrendo un’alternativa interessante a Cala Minnola e Cala Fredda.

L’accesso a Cala Tramontana può avvenire facilmente via mare o attraverso un percorso sterrato, consigliato per coloro che apprezzano una piacevole camminata. L’opzione di raggiungere la spiaggia tramite un suggestivo sentiero rende l’esperienza ancor più avventurosa per gli amanti della natura e delle escursioni.

Il Faraglione

Il Faraglione di Levanzo è una tappa consigliata per coloro che desiderano ammirare la bellezza naturale dell’isola.

Emerge dalle acque limpide che caratterizzano la spiaggetta di ghiaia adiacente, ed è possibile raggiungerlo via mare per vederlo da più vicino, tramite un’escursione in barca, o via terra per chi sceglie il percorso a piedi, tramite il sentiero roccioso, così da poter godere della vista da un’altra prospettiva

Si consiglia di visitarlo soprattutto al tramonto, per ammirare la bellezza di questo paesaggio suggestivo, che racchiude le caratteristiche dell’isola di Levanzo.

Curiosità, fun fact e leggende

Numero di abitanti

Levanzo fa parte del Comune di Favignana e la popolazione dell’isola è di 226 abitanti.

I tanti nomi di Levanzo

Nell’antichità, Levanzo era conosciuta con vari nomi come Buccina, Forbantia e Djazirat’ Al Yabisah (L’arida) tra i geografi arabi. L’origine del suo nome attuale è oggetto di diverse ipotesi: potrebbe derivare dal metodo di approvvigionamento idrico noto come “leva in su”, riferito alla secolare pratica di sollevare l’acqua dal pozzo situato a Sud sulla spiaggia. Un’altra teoria suggerisce una connessione con il termine “Laepantio”, forse legato a un personaggio di illustre discendenza che avrebbe dominato l’isola o ai marinai di Levanto.