Skip to main content

Costruito nel 1455 come ospedale cittadino, subì delle modifiche tra la fine del XVI secolo e gli inizi del XVII per volere del Lazzaro Lucatelli (o Locadelli). In una nicchia posizionata sopra l’apertura del balcone del secondo piano vi è il busto raffigurante il Capitano Lucatelli circondata da volute. Questi lavori diedero al palazzo un aspetto barocco spagnoleggiante. Alla fine del 1700 il Palazzo subì ulteriori rimaneggiamenti dagli architetti Giovanni Biagio Amico, Paolo Rizzo e Vincenzo Liotta. Una scala a due rampe opposte, parallele al prospetto, conducono all’omonima piazza sottostante, arricchita dai tanti locali che, ogni sera, accolgono giovani e non.