Skip to main content

Il trecentesco ex convento dei Padri carmelitani, attiguo al Santuario di Maria SS. Annunziata ospita il Museo Regionale Conte Agostino Pepoli. Nato agli inizi del ‘900 dalle collezioni private del conte di cui porta il nome, si arricchì con opere provenienti dalla pinacoteca Fardelliana, donata alla città natale dal generale Giovanni Battista Fardella, dalle associazioni religiose della città ormai abolite e da donazioni lasciti e depositi di famiglie nobili del tempo. All’ingresso si può ammirare un elegante chiostro e un maestoso scalone di accesso al primo piano in marmi policromi. All’interno è esposta, insieme alle collezioni di pittura e di scultura, lo sviluppo delle arti figurative nel territorio trapanese, con particolare attenzione alle arti decorative e applicate, nelle quali la Città di Trapani, soprattutto per quanto riguarda il settore delle opere in corallo, degli ori, degli argenti, della maiolica e della scultura presepiale eccelse. Da non perdere la visita alla ghigliottina in uso nella provincia nel periodo incluso fra il regno di Ferdinando II di Borbone e il 1864.

-Biglietto intero: 7,00 €

-Biglietto ridotto 18-25 anni: 3,50 €

– Biglietto gratuito: minori di 18 anni.

-L’ingresso è libero la prima domenica di ogni mese e in occasione di particolari avvenimenti, sia in ambito regionale che locale, resi noti attraverso il sito web dell’Assessorato Beni Culturali e Identità Siciliana.

Orari:

Da martedì a sabato, dalle ore 9 alle 18 ( con ultimo ingresso alle ore 17:00 )

Domenica e festivi, dalle ore 9 alle 13 ( con ultimo ingresso alle ore 12:00 )

Lunedì feriali il Museo è chiuso