Skip to main content

Porta Oscura, la più antica porta della città, è uno dei quattro ingressi che una volta delimitavano il nucleo urbano a forma quadrangolare di Trapani. Si apre verso la Loggia, ricordando il fascino medievale della Loggia dei Pisani, situata lungo la Rua Grande, oggi conosciuta come Corso Vittorio Emanuele. Questa strada fu tracciata nel XIII secolo, su ordine di Giacomo d’Aragona, portando vita e movimento nel cuore della città. Dietro questa imponente porta, si celano gli antichi quartieri di “Casalicchio” e “di Mezzo”, testimoni silenziosi del passato tumultuoso di Trapani.

Guarda in alto, e vedrai la maestosa “torre dell’orologio”, risalente al XIV secolo, coronata da una sfera e un orologio lunare. Nel 1596, su incarico dei Giurati, il talentuoso Giuseppe Mennella di Trapani rifabbricò questi simboli del tempo, conservando così la tradizione e la precisione del passato. Un connubio affascinante di storia e tecnologia che continua a incantare e stupire, rendendo questa porta un’icona indelebile nella memoria della città.